Come funzionano i coupon per la spesa

admin
admin

Quanto costano i coupon a un’azienda

Se avete mai usato i coupon al supermercato, conoscete la routine. Si ritagliano i coupon da giornali e riviste, li si porta in negozio e li si usa per ottenere sconti su determinati prodotti. Un coupon equivale a denaro contante. Per esempio, se avete un buono sconto di 1,00 dollari su una scatola di cereali, la cassiera lo prende come se fosse denaro contante. Non è più così comune, ma alcuni negozi raddoppiano addirittura il valore nominale di un coupon.

Una volta che la cassiera accetta il buono, il negozio ha un problema. Ora ha un piccolo pezzo di carta che vale denaro contante, ma per ottenerlo il negozio deve spedire il coupon al produttore. Sul retro della maggior parte dei coupon, a caratteri cubitali, il produttore elenca l’indirizzo postale e dichiara che rimborserà al negozio una certa somma di denaro per l’elaborazione, in genere 8 centesimi per coupon. Riscuotere un coupon non sarebbe così grave se ce ne fossero pochi, ma le grandi catene alimentari ne raccolgono milioni. A quella scala, diventa un gran mal di testa! L’intero processo sembra irrimediabilmente antiquato, ma i coupon rimangono enormemente popolari ed è per questo che continuano. Un coupon è, essenzialmente, denaro gratis, e il denaro gratis è difficile da fermare…

  Come funziona fare la spesa coi coupon

Come fanno i negozi di alimentari a guadagnare con i buoni sconto?

Di solito, i coupon sono emessi dai produttori di beni di consumo confezionati[1] o dai rivenditori, per essere utilizzati nei negozi al dettaglio come parte delle promozioni di vendita. Sono spesso distribuiti in modo capillare tramite posta, buste di coupon, riviste, giornali, Internet (social media, newsletter via e-mail), direttamente dal rivenditore e dispositivi mobili come i telefoni cellulari.

Il New York Times ha riportato che “sono stati distribuiti più di 900 coupon di produttori” per famiglia e che “il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti stima che quattro famiglie su cinque utilizzino i coupon”.[2] “Solo il 4% circa” dei coupon ricevuti è stato riscattato.[2] I coupon possono essere indirizzati selettivamente ai mercati regionali in cui la concorrenza sui prezzi è grande.

Durante la grande carestia del 18 AH (638 d.C.), Umar, il secondo sovrano del Califfato islamico, introdusse diverse riforme, come l’introduzione di un razionamento del cibo attraverso l’uso di coupon, che venivano dati a chi ne aveva bisogno e potevano essere scambiati con grano e farina.[5]

Il “bicchiere gratuito di” della Coca-Cola, emesso nel 1888, è il primo coupon documentato.[6][7] I coupon venivano spediti ai potenziali clienti e inseriti nelle riviste. Si stima che tra il 1894 e il 1913 un americano su nove abbia ricevuto una Coca-Cola gratis, per un totale di 8.500.000 bevande gratuite. Nel 1895 la Coca-Cola era servita in tutti gli Stati Uniti[8].

  Come si fa a fare la spesa con i coupon

Come funzionano i coupon su Shein

I codici promozionali sono stringhe alfanumeriche che i negozi online offrono per incoraggiare gli acquisti sul loro sito web e sono tipicamente associati a una strategia di marketing promozionale globale. Lo sconto associato a un codice promozionale può essere applicato a singoli prodotti o a un intero ordine.

Lo sconto può essere una percentuale o un importo specifico in dollari. I codici promozionali offrono ai clienti anche la spedizione gratuita o la confezione regalo. Questa strategia di marketing offre ai clienti un motivo in più per acquistare i vostri prodotti.

Secondo Microsoft, un codice promozionale, talvolta noto come codice coupon o codice sconto, è costituito da una combinazione di numeri e lettere. Viene utilizzato per scopi specifici, come una campagna di marketing per le vacanze.

Quando un negozio rilascia un codice promozionale, offre ai clienti un incentivo all’acquisto, a vantaggio sia del cliente che dell’azienda. I clienti ottengono i prodotti desiderati a un prezzo inferiore e il negozio di e-commerce genera entrate. Uno degli aspetti più utili dei codici promozionali è che funzionano bene sia con i nuovi clienti sia con quelli che ritornano. Secondo una ricerca condotta dal Center for Neuroeconomics Studies della Claremont Graduate University, questi incentivi hanno persino un impatto diretto sull’esperienza di acquisto complessiva.

  Come avere i coupon per fare la spesa

A cosa servono i coupon

I coupon possono attirare i clienti verso la vostra attività, aumentare il coinvolgimento dei clienti esistenti e generare nuove entrate. I coupon fisici possono essere introdotti nel vostro negozio, mentre quelli digitali possono essere offerti attraverso messaggi di marketing su un sito web aziendale e promozioni sui social media.

Che si tratti di un coupon pensato per invogliare un cliente a visitare un negozio o la pagina web di un’azienda, i coupon possono essere un modo efficace per aumentare i ricavi delle vendite.  Tuttavia, è importante sviluppare una strategia quando si introducono i coupon ai clienti, poiché possono portare a un minor profitto per vendita, pur generando nuove entrate.

I vantaggi dell’offerta di coupon sono l’introduzione di nuovi clienti nel vostro negozio o sito web. I coupon possono anche introdurre nuove linee di prodotti e aiutare a vendere le scorte in eccesso o indesiderate per fare spazio a nuovi prodotti. I coupon possono essere utilizzati per incoraggiare strategicamente i clienti ad acquistare un nuovo prodotto più redditizio, per contribuire ad aumentare il margine di profitto. Inoltre, i coupon possono fidelizzare i clienti esistenti, utilizzando lo sconto come ricompensa per garantire che continuino ad acquistare nel vostro negozio.

Questo sito web utilizza i propri cookie per il suo corretto funzionamento. Facendo clic sul pulsante Accetta, l\\\'utente accetta l\\\'uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.    Ulteriori informazioni
Privacidad